Import CD – AU9076 – Level 2 Chaotic Swing – Frank Martino Disorgan Trio

ジャズとエレクトロニカを股にかけるギタリスト=フランク・マルティーノによる、AU9064「REVERT」に続く2018年作品。
アンビエント〜音響風のピアノ、個性的なサウンドを生み出す8弦ギター、多様なサウンドを聴かせるエレクトロニクス/ドラムによる、ジャズ&ライヴ・エレクトロニクス作品。
「Waltz for Debbie」(B.Evans)も収録。

商品コード: au9076 商品カテゴリー: 商品タグ: , ,

説明

Cat#:

LABEL: AUAND, Italy
FORMAT: CD / AU9076
ARTIST: Frank Martino Disorgan Trio
TITLE: Level 2 Chaotic Swing
EAN: 8031697907626

LINEUP:

Frank Martino (8-string guitar)
Claudio Vignali (piano, fender rhodes, synths)
Niccolò Romanin (drums, drum machine, synths)

REC DATA:

Recorded at Cat Sound Studio, Badia Polesine (Ro) – Italy, on January 23-24, 2018
Engineer: Mario Marcassa

Tracks

  1. Strange Loop
  2. Magnificent Stumble v2
  3. See Double
  4. Cycle
  5. Psychosamba
  6. Bad Tips
  7. The War of Art
  8. The Glass Half
  9. Waltz for Debbie

Notes

Chi costruisce musica, da solo o insieme a altri, sa bene quanti elementi, qualcuno forse prevedibile, ma un’infinità totalmente al di fuori di ogni controllo, collaborano all’esito di una pratica improvvisativa.
Lo sa bene anche Frank Martino, chitarrista e compositore di tagliente intelligenza, che in questo disco prende un organico classico del jazz elettrico, il classico “organ trio” (quello di un Wes Montgomery o un Grant Green per intenderci) e lo scaglia letteralmente dentro il caos del Ventunesimo secolo.
Con Martino, qui impegnato alla chitarra a 8 corde e ai live electronics, ci sono Claudio Vignali (che deleuzianamente si propone come organista senza organo e suona piano, Fender Rhodes e sintetizzatori) e Niccolò Romanin a batteria, batteria elettronica e sintetizzatori.
Senza sovraincisioni, con ciascun vertice del triangolo impegnato a ridefinire in continuazione i propri suoni – vere e proprie entità mutanti che si aggirano senza inquietudine nella musica di Martino – il Disorgan Trio conversa in modo serrato con una lingua liberata e contemporanea, in cui gli aspetti acustici e quelli elettronici si scambiando continuamente di ruolo.
Corpi che parlano con voci sempre diverse, plurali e disorientanti, le composizioni di Martino – cui si aggiungono due belle versioni di un brano del musicista canadese Venetian Snares o di un tema-feticcio di Bill Evans come Waltz For Debby – seguono come un impulso elettrico l’intrico di canali sanguigni che nervi che conduce gli impulsi della creatività e si affida alla tempesta di influenze che modifica incessantemente il cammino di un’idea musicale condivisa.
Dopo tutto un corpo senza organi è – tornando a Deleuze – un corpo libero e desiderante ed è questa la condizione migliore per spostare la musica dalle stanzette un po’ asfittiche delle aspettative incrociate e lasciare che si incendi nell’incontro con il combustibile di un ascolto inaspettato.
Enrico Bettinello

Album Preview

Bio

Laureato con il massimo dei voti in chitarra jazz presso i Conservatori “G. Frescobaldi” di Ferrara e “A. Buzzolla” di Adria, Frank Martino(Messina,
1983) è chitarrista, insegnante, compositore e produttore di musica elettronica.
Nel 2008 fonda insieme ai suoi compagni di Conservatorio la band MOF (Catsound, Auand Records), il cui sound è caratterizzato dalla contaminazione tra musica jazz ed elettronica.
Nel 2016 produce per Auand Records il suo primo disco da solista “Revert”, definito da Paolo Fresu come “il lavoro di un artista a tutto tondo che sente la musica con gli occhi curiosi di chi la coglie nella contemporaneità odierna fatta di impulsi e di digitale, di dialogo, comunicazione e improvvisazione.”
Revert è stato inoltre disco del mese su Musica Jazz di Aprile ‘17 ed accolto come miglior disco jazz dell’anno sulla rivista online Onda Rock.
E’ produttore del progetto di musica elettronica YLYNE con il quale pubblica tre album, l’ultimo dei quali, “26”, uscito in Giugno 2017 per Auand Records.
Da Aprile ‘17 collabora con il quartetto della contrabbassista Rosa Brunello, con cui registra il disco “Shuffle Mode”, in uscita a Febbraio ‘19 per Cam Jazz.
Nel Luglio ‘17 collabora col pianista Cesare Picco e si occupa di chitarra ed elettronica durante la registrazione live del disco “Kozmo”.
Ha suonato nei più importanti festivals e clubs Italiani; tra i più importanti Umbria Jazz, Berchidda Jazz, Festambiente Sud, Villa Celimontana Jazz, Alexander Platz, Bologna Jazz Festival, Torrione JazzClub, Cantina Bentivoglio, Vicenza Jazz, Musica sulle Bocche, Casa del Jazz, Lagarina Jazz, Trentino Jazz, Garda Jazz Musica e Arte.
E inoltre docente di chitarra jazz presso la scuola “Il Suono Improvviso” (Venezia).
Collabora inoltre come chitarrista e producer con la cantautrice milanese Sarah Stride e la band Ska-Jazz veneziana Skaj, di Marco Forieri (Pitura Freska).